Isola di Nissyros

Tra le più piccole ed anche meno note isole dell’arcipelago del Dodecanneso, Nissyros merita sicuramente l’attenzione di quegli appassionati di mare e panorami greci che sono alla ricerca di un isola in cui soggiornare che non sia fortemente disturbata dai grandi flussi di turisti e visitatori.

Alle falde di un vulcano, Polyvotis, ancora attivo, si estende un pittoresco panorama di uliveti frammisti a piccoli deliziosi villaggi ancora nella loro costituzione urbanistica originaria: piccole casette bianche raggruppate su stradine e viuzze labirintiche.

Il capoluogo, Mandraki, presenta interessanti testimonianze del passaggio di antichi popoli, che dall’età del bronzo ai primi secoli dell’era cristiana, dall’epoca bizantina al medioevo hanno costruito qui fortezze e monasteri che ancora oggi costituiscono interessanti mete per i turisti a Nissyros.

Nissyros
Nissyros

L’origine vulcanica è individuabile sia nella conformazione geologica dell’isola sia dalla presenza di acqua calda termale, come si potranno visitare a Loutra, ove sarà anche possibile tuffarsi per godere appieno delle proprietà curative delle sorgenti.

L’esser di fatto tagliata fuori dalle grosse direttrici turistiche fa di Nissyros il luogo ideale per una vacanza all’insegna della calma e del relax, tra passeggiate ed escursioni nell’entroterra, nuotate e tuffi in spiaggette ed insenature solitarie, e immersioni alla scoperta di magnifici e pittoreschi fondali marini.

Il modo migliore di raggiungere Nissyros è quello di fare scalo a Rodi, servita ormai quasi quotidianamente da molti vantaggiosi voli low cost direttamente dai maggiori aeroporti italiani, e da lì proseguire con traghetti ed aliscafi, che la collegano, quotidianamente nell’alta stagione, al porto di Rodi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *